Fermento a Cantalice in previsione della festa di San Felice cappuccino, protettore del paese e compatrono della Diocesi Di Rieti.

Come da tradizione il 18 maggio, giorno in cui ricorre la morte del Santo, Cantalice si ferma per rendere onore al suo cittadino più celebre, riconosciuto e celebrato in tantissime parti d’Italia e del mondo dove esistono chiese a lui dedicate.

Felice Porro nacque a Cantalice nel 1515 e da giovane lavorò come pastore e come contadino. Intorno ai trent’anni decise di entrare fra i Cappuccini dopo aver donato ai fratelli la sua parte di eredità paterna e prese i voti a Fiuggi nel maggio 1545. Poco dopo fu trasferito a Roma, nel convento di S. Bonaventura sotto il Quirinale, dove trascorse i restanti quarant’anni della sua vita con l’incarico di questuante. Girava per la città chiedendo pane, fave, frutta e vino per il convento, rispondendo sempre Deo gratias ad ogni donazione, tanto che ad un certo punto la gente cominciò a chiamarlo “frate Deogratias”.

Frà Felice approfittava della sua continua peregrinazione per dialogare con tutti, conquistandoli con la mitezza del suo carattere e con la semplicità del suo linguaggio che però non era privo di originalità: infatti, pur non avendo studiato, “l’asino dei frati” inventava poesie e proverbi in rima. Nei giorni festivi era solito fare la visita alle “Sette Chiese”, e agli infermi nei vari ospedali romani. Fu grande amico di san Filippo Neri e di Sisto V, al quale predisse il papato ammonendolo a comportarsi rettamente. Colpito da una grave infermità alla gamba, Felice si spense il 18 maggio 1587. Fu beatificato il 1° ottobre 1625 e canonizzato da Clemente XI il 22 maggio 1712. Le sue spoglie dal 1631 riposano nella chiesa dell’Immacolata Concezione, in Via Veneto a Roma.


PROGRAMMA RELIGIOSO

15-16-17 MAGGIO – Triduo di preparazione – ore 17:00 Rosario e S. Messa

18 MAGGIO – FESTA DI SAN FELICE
ore 09:00 S. Messa al Santuario di S. Felice all’Acqua
ore 09:30 S. Messa Chiesa San Felice S.E. DELIO LUCARELLI Vescovo Emerito – Benedizione pane S. Felice
ore 10:30 Ricevimento autorità – SOLENNE MESSA PONTIFICALE celebrata da S.E. Lorenzo Chiarinelli Vescovo Emerito di Viterbo, Padre Gianfranco Palmisani Ministro Provinciale Cappuccini del Lazio e da Padre Mario Fucà, Parroco di S. Felice a Roma,con tutti i Sacerdoti presenti. Seguirà la PROCESSIONE e la BENEDIZIONE della città di Cantalice e della Diocesi di Rieti con la reliquia di S. Felice. Distribuzione del pane Benedetto di San Felice.
ore 19:00 S. Messa Vespertina per tutti i devoti di S. Felice celebrata daS.E. Mons. DOMENICO POMPILIVescovo Diocesano.
Le celebrazioni liturgiche saranno animate dal Coro Parrocchiale

19 MAGGIO – ORE 18:00 S. Messa per i confratelli defunti

PROGRAMMA CIVILE

18 MAGGIO – FESTA DI SAN. FELICE
ore 21:30 SPETTACOLO MUSICALE “GRANDE EVENTO”
ore 23:30 Spettacolo pirotecnico della ditta “PIROTECNICA MATTEI”
LA GIORNATA SARA’ ALLIETATA DALLA BANDA MUSICALE “CITTA’ DI CANTALICE” DIRETTA DAL M° CELESTINO DIONISI

20 MAGGIO 2017
ore 21:30 SPETTACOLO MUSICALE con L’ORCHESTRA “MAIKOL ROSSI”
ore 23:30 Estrazione della lotteria

Amato San Felice, nella gioia Pasquale è bello e doveroso radunarci intorno a Te, grande protettore in cielo, per lodare Dio per le grandi cose che ha fatto in Te, nostro amato Concittadino. La Sua gloria risplende in tutto il creato. La Chiesa Madre di salvezza e di bellezza genera i suoi santi ”dall’uno all’altro mare”. Aiuta questo Tuo popolo in cammino, spesso sulle vie di Emmaus, verso l’Assoluto, dove Tu che hai incarnato le beatitudini del Vangelo risplendi di luce immortale, mentre noi celebriamo le tue glorie.
Fra tanti pericoli non manchi la Tua protezione, insieme a quella di Maria Santissima, che imploriamo particolarmente in questo mese di maggio. Donaci la testimonianza del Vangelo. Tu, sempre portatore di gioia e di speranza, ricordati dei nostri bisogni, di chi soffre dei tuoi devoti. In tutti possa vibrare il saluto francescano di “Pace e bene”.
Rimani sempre con noi, proteggi e benedici tutti.