Il Castello di Rocca Sinibalda dopo quattro mesi di chiusura forzata, finalmente ha riaperto le porte ai visitatori.

Da sabato 13 giugno sono riprese le visite guidate, vi aspettano le fortificazioni, il Piano Nobile, gli Affreschi, i totem, le maschere, le collezioni, i camminamenti, i sotterranei, la vista dell’elegante borgo, i panorami dei monti, dei boschi e della valle del Turano.

A un’ora da Roma, incastonato nella valle del Turano, il castello di Rocca Sinibalda è uno dei più affascinanti e misteriosi castelli italiani, monumento nazionale dal 1928, risale all’anno mille.

Nel Rinascimento il grande architetto senese Baldassare Peruzzi gli dà la forma attuale, raffigurantesi in una potente fortezza militare e un luminoso palazzo nobiliare.

Questo il sito con la storia e le immagini: www.castelloroccasinibalda.it.

 

Prossimi eventi: a luglio ci sarà la terza edizione della residenza artistica “Endecameron” con la partecipazione come sempre di dieci videoartisti, performer, musicisti e narratori Ma quest’anno vista la situazione del momento sarà tutto digitale.

Le prime informazioni potete trovarle sia sul sito (www.endecameron.it) che sulla pagina Facebook.

Confermate per la notte di san Lorenzo visite guidate al calar della sera in attesa delle stelle cadenti! Per l’occasioni grandi falò e apertura dei giardini sospesi.

Le visite individuali sono possibili il Sabato (e prefestivi) alle 16h e la Domenica (e festivi) alle 11h.

Le visite di gruppo sono invece possibili sempre.

La visita dura 1h30-2 ore. Vanno comunque rispettate le regole vigenti in questo periodo e la prenotazione è obbligatoria.

La prenotazione si può fare al seguente indirizzo: www.castelloroccasinibalda.it/visite.