L’ Associazione Culturale Vallecupola ha organizzato il Percorso Gastronomico “TransHumanza” ,  un’occasione per ripercorrere la tradizionale migrazione del bestiame in uno scenario caratteristico come il piccolo borgo vallecupolese.

La transumanza ha origini antichissime, cenni storici “dall’Abbazia di Farfa” ne danno notizie fin dal tardo medio evo. Tutti pascoli montani dell’Appennino erano ambiti e contesi da nobili, signorotti e feudatari. Le greggi d’inverno pascolavano nelle pianure sia del Tirreno che dell’Adriatico, ma all’inizio dell’estate, quando l’erba cominciava a scarseggiare erano costretti a trasferirsi sui monti. Il Viaggio della Transumanza ha inteso portare a conoscere tutta la ricchezza di una tradizione storica e culturale del passato per sviluppare un nuovo rispetto e una nuova consapevolezza sull’importanza dell’ambiente dell’Appennino Centrale, così come è stato creato dai pastori in più di mille anni di storia. La manifestazione ha voluto essere un modo sostenibile per sviluppare tutte le filiere produttive e dei servizi locali, collegati al mondo della pastorizia e alla sue tradizioni agroalimentari tipiche e a chilometraggio zero: latte, formaggi, carni, salumi, lana, tessuti, musica, poesia, balli, storia, cultura, arte e leggende, tradizione orale, tecnologia del passato, ricettività agrituristica e storica, e soprattutto conservazione del paesaggio e della biodiversità.

Per essere testimoni delle tradizioni del piccolo borgo, si potranno degustare prodotti tipici nei diversi punti di ristoro.

Il tutto sarà allietato dagli itineranti “I Draghi” di Monte San Giovanni e gli “Skaperol”.

VallecupolaTransumanza18

VallecupolaTransumanza18