La V edizione della fortunata kermesse organistica “Organaria”, a Leonessa, si è aperta quest’anno con un concerto dedicato John Williams, l’autore delle musiche di film indimenticabili come Star wars, Indiana Jones, E.T. e Jurassic Park.
Sabato 9 luglio, alle ore 18.30, presso la Chiesa di San Giuseppe, il M° Alessio Pacchiarotti, organista sostituto della Basilica di S. Pietro, a Roma, ha eseguito una selezione delle colonne sonore più apprezzate del compositore statunitense.
Protagonista della kermesse, sarà, ancora, il seicentesco organo Verle della chiesa di San Giuseppe, restaurato da pochi anni, fra gli organi più noti e pregiati d’Italia.
Se l’accostamento tra i film di fantascienza e un organo barocco può sembrare audace, come spiega il M° Andrea Cionci, direttore artistico di Organaria, in realtà la musica di John Williams è in gran parte tonale e ben si presta a essere eseguita sull’organo Verle. Se per un attimo si prova ad ascoltare i brani senza per forza associarli alla produzione cinematografica, ci si accorge di come la musica contemporanea possa essere coinvolgente per il cuore e per la mente, come quella dei secoli passati e che il linguaggio tonale non è affatto esaurito.
L’evento è stato riproposto per merito dell’Assessorato alla Cultura del Comune di Leonessa e reso possibile ancora una volta, dalla Fondazione Varrone.
La kermesse proseguirà con altri tre appuntamenti: il 16, con il concerto Le grandi arie d’opera per soprano, con la nota cantante Maria Tomassi, il 23 con una selezione dedicata ai 400 anni dalla morte di Shakespeare, con brani da Otello, Macbeth e Falstaff e infine il 30 la manifestazione si chiuderà con un concerto dedicato all’oboe, con l’oboista Enio Marfoli.
Un’occasione imperdibile per gli amanti non solo della musica, ma anche del cinema e del teatro.