A Monteleone Sabino con la Sagra della Bruschetta torna domenica 17 Novembre un’occasione ghiotta non solo per degustare, ma anche per conoscere più a fondo il processo di lavorazione che c’è dietro “l’oro verde” della Sabina, dalla pianta fino all’imbottigliamento.

Un filone di pane lungo 20 metri è pronto a sfilare tra i vicoli di uno dei borghi più caratteristici della provincia di Rieti, tra case arroccate, vie ciottolose in salita e piazzette ben curate,: A. Piazza della Gioventù interamente coperta per l’occasione per garantire lo svolgimento della festa anche in caso di maltempo  si partirà alle ore 10 con l’apertura degli stand gastronomici e la vendita di prodotti tipici; si proseguirà alle 12.30 con il pranzo a base di ricette della tradizione, alle 14.30 con la sfilata del filone di pane da record e alle 15 con il suo arrivo in piazza e la degustazione gratuita della bruschetta, il piatto povero della tradizione contadina che più di ogni altro riesce ad esaltare il sapore dell’olio extravergine di oliva locale.

Con il divertente sottofondo degli spettacoli musicali e folcloristici dal vivo, sarà possibile degustare gratuitamente il nuovo olio, conoscerne la lavorazione e acquistarlo direttamente dai

Monteleone Sabino  – un tempo Trebula Mutuesca – tornerà ad accogliere i visitatori con la sua semplicità, e sin dalle 10 del mattino sarà possibile visitare il Museo Archeologico, gli scavi archeologici e il Santuario di Santa Vittoria.