Collalto Sabino diventerà “il paese di Babbo Natale” nei giorni 18 novembre, 25 novembre, 2 dicembre, 8 dicembre, 9 dicembre, 16 dicembre, 23 dicembre Verranno aperte le cantine del borgo antico e saranno ospitati, in questi spazi espositivi caratteristici, artigiani e piccoli produttori. I prodotti esposti sono rigorosamente manufatti da persone che impiegano il proprio tempo utilizzando fantasia e talento e che ricavano, in questa occasione, le risorse per dare continuità alla loro attività.

I vicoli del borgo saranno invasi dalle note natalizie della musica in filodiffusione.

I bambini potranno incontrare, nella sua casa accanto al cammino scoppiettante, Babbo Natale a cui lasciare la classica letterina.

Durante la manifestazione sarà possibile assistere a spettacoli di arte varia con speciale attenzione per artisti come zampognari, che si esibiscono negli angoli più caratteristici del borgo. In quei giorni i bambini potranno percorrere le vie del paese sul dorso di pony e piccoli asinelli.

Si potranno degustare piatti e dolci tipici della tradizione locale.

I bambini potranno salire sulla slitta di Babbo Natale appositamente realizzata e potranno gustare crepes e zucchero filato.

Sarà possibile visitare il castello baronale e godere della fantastica vista sulla valle.Tutte le attività si armonizzeranno con la vita degli abitanti del luogo e sarà possibile godere di una atmosfera semplice ed autentica.

La leggenda racconta che, tanti e tanti anni fa, Babbo Natale iniziò a dispensare doni ai bambini buoni di tutto il mondo. Dal Polo Nord doveva recarsi in tutti i luoghi del mondo nella notte del 24 dicembre. Fortunatamente i bambini buoni aumentarono sempre di piu’, e fare un unico giro divenne impossibile con il passare del tempo. Così Babbo Natale si mise a cercare in giro per il mondo delle “stazioni magiche”, ove poter soggiornare, preparare dei regali e poter essere vicino a tante città piene di bambini. Quando sorvolò l’Europa in cerca di una stazione, il suo sguardo fu rapito da un piccolo meraviglioso borgo medievale: Collalto Sabino. C’era tutto quello che gli occorreva: aria mite e fresca, la pace e la tranquillità, tante cantine per produrre giocattoli e l’altezza di mille metri, che permetteva a Rudolph e le altre renne di poter pascolare liberamente in un clima perfetto e mantenerle in forma per il momento dei lunghi viaggi. Inoltre era posizionato in un modo perfetto per raggiungere quasi tutte le citta’ d’europa con qualche centinaio di chilometri. Da allora, a partire da novembre, tutti gli anni il fine settimana Babbo Natale viene a Collalto Sabino, per prepararsi nel migliore dei modi alla magica notte di Natale!

CollaltoSabino_PaeseBabboNatale2018