Vecchi e nuovi sapori del borgo antico”: l’ottava edizione dell’evento organizzato dai giovani del comitato delle feste di Castelmenardo di Borgorose e che ogni anno richiama un gran numero di persone si svolgerà il prossimo fine settimana. Le cantine apriranno il 29 ottobre alle 19 con il saluto del sindaco Mariano Calisse, trasformando il borgo medievale in un percorso suggestivo dai mille sapori, colori e odori, camminando lungo i vicoli illuminati dalla luce delle fiaccole, alla scoperta di piatti tipici. A ogni cantina un tema: dagli spaghetti cacio e pepe ai maltagliati al tartufo, gnocchetti e ceci, pizza di granturco, arrosticini e salsicce, lenticchia di Rascino, solo per citarne alcuni. Sarà possibile visitare la chiesa parrocchiale di Santa Croce risalente al XVI secolo, ristrutturata dopo il terremoto aquilano. Si replica domenica 30 ottobre dopo la celebrazione della messa, fino alle 17. Castelmenardo è il borgo che più di tutti conserva l’originario impianto medievale, con case a schiera ed interessanti portali. Il suo nome deriva dal conte Mainardo della famiglia dei Marsi, che nel X secolo eresse un castello di cui oggi restano due torrioni. Nell’antichità Calstelmenardo era suddiviso in due parrocchie: la chiesa di Santa Croce e la chiesa di Santa Maria, del XII secolo, ora completamente diruta. Ad est del borgo i resti di un fortino chiamato Aia dei Saraceni.

 

I sapori autunnali nel Cicolano proseguono il 30 ottobre a Girgenti dalle 12,30, con un percorso gastronomico con bruschette, polenta, zuppe di legumi e altri ‘ Sapori d’autunno’.

 

Sagra della castagna a Pescorocchiano il 29 e 30 ottobre, l’evento con la finalità di tutelare e promuovere la castagna, principale prodotto agroalimentare del territorio di Pescorocchiano e del Cicolano – provincia di Rieti, organizzato dal 1984 in poi.

La castagna rossa del Cicolano è infatti inserita nell’elenco ufficiale dei prodotti agroalimentari

tradizionali laziali del Ministero delle Politiche agricole, alimentari e forestali e nel territorio. Nei due giorni di svolgimento, è possibile godere dei sapori e dei colori dell’autunno nel Cicolano assaporando le tipiche castagne rosse o i marroni, visitare personalmente sia i castagneti, sia gli stabilimenti di lavorazione, partecipare alla cena od al pranzo a base di

prodotti tipici in compagnia delle associazioni del posto, compiere escursioni, prenotare una visita alle splendide concrezioni carsiche delle Grotte di Val de Varri e conoscere le realtà produttive della zona nello spazio espositivo.

Nel territorio circa 25 aziende agricole, 2 cooperative e 2 stabilimenti di dediti alla castanicoltura.

borgorose_castelmenardo

borgorose_castelmenardo

pescorocchiano_castagne

pescorocchiano_castagne

 

 

Alle 14 e 30 del 31 Ottobre si parte con le escursioni a piedi, un giro mozzafiato di circa tre ore alla scoperta dei nostri fantastici boschi e castagneti.

Prima che il sole tramonti si rientra nella sede della Associazione Culturale St’Amici di Castelluccio, dove sarà possibile degustare castagne con diverse cotture, birra alla castagna e vin brulè fino all’ora di cena con un menù semplice e gustoso…. fagioli alla picchiapò e salsicce !!

La serata continuerà successivamente con la festa di Halloween, dj set, balli e divertimento con la premiazione a fine serata della maschera migliore.

pescorocchiano_castanyadacastelluccio

pescorocchiano_castanyadacastelluccioca