La sagra del fagiolo Borbontino è una delle manifestazioni più ricercate dell’Alta Valle del Velino in cui la famosa varietà del gustoso legume viene cucinato in diversi piatti della tradizione locale.

Le caratteristiche del fagiolo borbontino sono quelle tipiche del fagiolo borlotto che è il tipo di fagiolo che viene prevalentemente coltivato a Borbona, fermo restando che alcuni coltivatori a volte piantano anche altri tipi di fagiolo in base ai loro gusti o alle loro esigenze. Il Fagiolo Borbontino ha, comunque, rispetto al fagiolo tradizionale una qualità in più oltre al gusto e al sapore che solo un vegetale coltivato ancora con i metodi antichi può avere, e cioè quella di avere la buccia molto sottile ed è quindi delicato in bocca e più facilmente digeribile. Questa caratteristica organolettica ne fa un prodotto di alta qualità apprezzato da un sempre maggiore numero di consumatori. La produzione annua totale si aggira su circa 15 quintali, con oscillazioni in più o in meno, anche evidenti, dovuti all’andamento favorevole o sfavorevole della stagione produttiva. La sagra è il momento culminante del ciclo di produzione del fagiolo che ha inizio con la messa in dimora nella seconda metà di maggio dopo opportuna lavorazione del terreno. Tradizionalmente, in forma beneaugurante, la semina avviene in prossimità del giorno dedicato a Santa Restituta (27 maggio) Patrona del paese.

Nel 2002 il Ministero delle Politiche Agricole ha inserito il Fagiolo Borbontino tra i prodotti di alto valore tradizionale.

La sagra, organizzata dalla Pro Loco di Borbona con il patrocinio del Comune, della Comunità Montana del Velino e dell’Ente Provinciale per il Turismo, si svolge generalmente ogni anno la terza domenica del mese di ottobre. Serviti al coperto in una tendostruttura comodamente attrezzata con tavoli e sedie, i fagioli vengono cucinati con l’aiuto delle massaie del paese in molteplici modi secondo le ricette tipiche della tradizione locale e non solo: pasta e fagioli, fagioli all’uccelletta, in insalate di fagioli e in tanti altri modi. Durante l’evento, fanno da cornice al Fagiolo Borbontino diversi momenti di musica, spettacolo, folclore e tradizione che rendono la giornata divertente e sicuramente gustosa.

Programma:

Sabato 15 ottobre:

ore 16:30 apertura Sagra con la “Compagnia Tamburi di Antrodoco” per le vie del paese

ore 19:30 anteprima della Sagra con “Polenta e Fagioli” – a seguire esibizione della band di liscio “LuDuBotte

 

Domenica 16 ottobre:

ore 10:00 apertura stand enogastronomici ed artigianali

ore 13:00 inizio pranzo con:

spaghetti all’amatriciana offerti dal “Pastificio Strampelli” di Rieti e cucinati dalla Pro Loco di Amatrice

fettuccine alla trota offerte dal Pastificio “Antica Pasta” di Rieti e cucinate dalla Pro Loco di Accumoli

degustazione del Fagiolo Borbontino cucinato secondo la tradizione e non…

ore 15:30 inizio esibizione con “Andrea, Simona e i suoi ragazzi

ore 17:30 degustazione del dolce con il Fagiolo Borbontino ideato dagli chef Maurizio e Sandro Serva del Ristorante “La Trota”

ore 19:30 ballo della “Pupazza” con i ragazzi del SeptemberFest

La manifestazione si svolge al coperto.

La Pro Loco di Borbona si riserva il diritto di apporre modifiche al presente programma anche senza preavviso.